ASL VITERBO - Azienda Sanitaria locale Viterbo                                           <<

 24/05/2007 - Ospedale  Belcolle di Viterbo

I campioni della Lazio tra i bambini di Pediatria

L’Ufficio Stampa
COMUNICATO STAMPA DEL 11/05/07

Questa mattina Peruzzi, Zauri, Diakité e Berni hanno visitato il reparto infantile di Belcolle I campioni della Lazio tra i bambini di Pediatria.

Tutti i piccoli pazienti hanno avuto in regalo la sciarpa e il gagliardetto della squadra. Il portierone di Blera: “Tifiamo per loro. Per me una giornata importante, a due passi da casa mia”

Campioni sul campo ma anche nella vita. E’ stata una giornata davvero da incorniciare per i piccoli pazienti ricoverati presso l’Unità operativa di Pediatria di Belcolle, i quali hanno ricevuto questa mattina una visita inaspettata che si ricorderanno a lungo. Nelle corsie del reparto pediatrico, infatti, accompagnati dal team manager Maurizio Manzini, verso le ore 11 si sono presentati quattro giocatori della Società sportiva Lazio. Il portierone blerano Angelo Peruzzi, il capitano Luciano Zauri, l’altro numero uno Tommaso Berni e il difensore Mobido Diakité. I magnifici quattro hanno accolto l’invito della famiglia Fabbri (Sante il capofamiglia, Stefania Barboni la moglie, Leonardo e Francesco i figli tifosissimi della Lazio) formulato ufficialmente tre mesi fa nel corso di una cena tra la squadra e i suoi fan. Fabbri conosce molto bene il reparto di Pediatria perché tre anni fa il piccolo Leonardo era stato colpito da una rara e grave malattia (la sindrome di Kawasaki) dalla quale era riuscito a guarire grazie alla competenza e al sostegno dei medici e degli infermieri che operano nell’Unità viterbese. “Da una parte – dice Sante Fabbri – volevo in qualche modo concretizzare la mia riconoscenza con un atto tangibile, dall’altra, conoscendo quanto la malattia colpisca i bambini nel fisico e nell’anima, speravo di poter donare loro un sorriso pieno e un giorno di festa portando in reparto i loro beniamini”. E, infatti, vera festa è stata anche per i bambini tifosi di altre squadre. Peruzzi, Zauri, Diakité e Berni hanno chiesto espressamente di potersi fermare, anche mezzo minuto, con ogni piccolo paziente. Qualche parola, una pacca di incoraggiamento, la sciarpa e il gagliardetto ufficiali in regalo, e poi, immancabili, la foto e l’autografo. Accompagnati dal direttore sanitario di Belcolle, Giuseppe Cimarello, e dal direttore di Pediatria, Massimo Palumbo, i campioni della Lazio hanno dimostrato di essere delle persone vere, di quelle che conoscono, applicandoli, i sani valori dello sport. “Per me – dice Angelo Peruzzi – quella di oggi è una giornata veramente importante, in più a due passi da casa mia. Spero che la nostra visita possa aiutare questi bambini straordinari a stare un poco meglio e a ritornare il più presto possibile a casa. Noi tifiamo per loro”. “Quella che stanno giocando questi bambini – aggiunge il capitano Zauri – è la partita più difficile. Vederli in un letto di ospedale ti fa inumidire gli occhi. Io credo che sia un dovere, per chi ha un’immagine pubblica come noi, rispondere sì a questi inviti. E’ un piccolo gesto, ma che può fare molto”.

 

 

 

 

 

 

FOTOVIDEO

 

COMUNI

 

<< indietro

 

Altre foto >>

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer versione 4 o successiva - Risoluzione consigliata 800x600, caratteri medi

Copyright © FOTOVIDEOLAB di Riccardo Spinella - Tutti i diritti riservati - Listino prezzi

=--- MOTORE---=    di ricerca interno

 - Web Master

 FVL